Notizie

La Raffaello, l’ultimo transatlantico

Pubblicato il

Domenica 11 marzo alle ore 10,30 presso il Civico Museo del Mare di via campo marzio,5 incontro e visita guidata gratuita con il prof. Walter Macovaz

A Trieste nel marzo del 1963 scendeva in mare dagli scali dei Cantieri Riuniti dell’Adriatico la turbonave “Raffaello”. 270 metri di lunghezza, due giganteschi e caratteristici fumaioli, una livrea totalmente bianca, testimoniava, con la gemella “Michelangelo”, costruita a Genova, la tradizione tecnica, tecnologica ed estetica dei  cantieri navali italiani. Fatto il viaggio inaugurale Genova -New-York nel 1965, dopo solo 10 anni viene messa in disarmo. Il trasporto aereo (ore invece che giorni) , i rilevanti consumi (qualche migliaio di tonnellate di nafta ogni viaggio), l’equipaggio ( 700 uomini per 1700 passeggeri) rendono antieconomico il servizio. L’epoca delle crociere non è ancora iniziata e la nave viene venduta all’Iran. Affonderà nel 1983 in seguito ad un attacco aereo nella guerra tra Irak ed Iran.