Notizie

Matthew Sudders

Pubblicato il

Dove vanno le navi bianche:
tendenza nella progettazione delle ultime mega navi da crociera

14 Maggio 2016 – ore 17:00 auditorium del Magazzino 26 – ingresso libero

Sinopsi: Matthew Sudders ha effettuato più di cento viaggi a bordo delle unità da crociera più interessanti e, in questa serata, ci illustrerà le ultime tendenze e novità nel settore della progettazione e costruzione di questi giganti, gli oggetti semoventi più grandi mai realizzati dall’uomo.

Negli anni Sessanta del secolo scorso l’era dei grandi transatlantici era ormai segnata e al tempo la crociera era vista come lo svago di un numero contenuto di benestanti a bordo di navi da non oltre 30.000 tonnellate e 600 passeggeri. Ma si trattava di un grossolano errore di valutazione: oggi le dimensioni di queste “cattedrali dei mari” crescono esponenzialmente così come il numero dei crocieristi. Attraverso i racconti e le immagini di Matthew Sudders avremo modo di dare uno sguardo alle ultime novità nel settore delle mega navi da crociera e delle caratteristiche che permettono loro di attirare un pubblico sempre più ampio.
Particolare riferimento sarà fatto alle navi costruite in Italia messe a confronto con le rivali varate in altri paesi.

Biografia: Sua Eccellenza Matthew Sudders è, dal 2010, l’ambasciatore permanente del Regno Unito presso l’UNESCO, l’organismo delle Nazioni Unite per la promozione dell’educazione, della scienza, dell’informazione e della cultura come tramiti per promuovere il rispetto universale per la giustizia, i diritti umani e la libertà. La sensibilità di Mr Sudders lo porta con altrettanta passione a dedicarsi al mondo delle navi da crociera per le quali nutre un vero amore che lo ha portato a una sorta di seconda professione per la quale è stimato in tutto il mondo, quella di reporter e fotografo navale. Ogni anno visita e documenta le ultime nate dei cantieri di tutto il mondo, con particolare interesse e riguardo per le navi da crociera nate in Italia.

Prossima conferenza 28 MAGGIO 2016.